LA "CIGAR CLUB ASSOCIATION" E' IN GRANDE EVOLUZIONE ... LA PAROLA A MINETTI !

  • Stampa

Sono passati più di due anni da quando intervistammo il presidente della CCA Francesco Minetti, da allora è passata molta acqua sotto i ponti ... torniamo a sentirlo per sapere cos'è successo nel frattempo ... e cosa bolle in pentola !

Eccoci qui dopo più di due anni a parlare di te e della Cigar Club Association, in questo lasso di tempo sono successe tante cose … e credo sia arrivato il momento di tornare a parlare con te …

Domanda : C'eravamo lasciati con una CCA in salute ed in crescita … c'erano ben 17 club aderenti tra soci e  associati … ora la situazione quale è ?

Risposta : La situazione è fantastica ! Allo stato attuale la CCA è cresciuta ulteriormente vantando, al momento, 31 club italiani tra soci ed associati e 2 club stranieri associati, uno svizzero e uno greco. Al momento stiamo colloquiando con altri 2 club italiani ed altrettanti stranieri … credo che la nostra esperienza sia unica nel panorama mondiale dove non esiste un’esperienza simile di “Federazione” di Club ! Poi ci sono tante novità come la ristrutturazione del sito e del forum, la creazione del gruppo su FaceBook che in soli quattro mesi d’attività ha superato i 3.000 membri … le attività informatiche verranno comulate in un’unica “app” che permetterà d’accedere e postare su qualsiasi piattaforma dove la CCA è presente. Poi c’è la strutturazione del “secondo livello” dei Corsi Catador e qualche altra interessante news di cui però è prematuro parlare

D : In pratica da nord a sud quasi tutti i club o gruppi attivi sono entrati a far parte della famiglia del "Club dei Club" degli appassionati di sigari ? 

R : Come ho detto precedentemente nel corso di 5 anni siamo passati dai 7 club che avevano resistito alla “grande crisi” a ben 33 club. Credo che questo significhi molto … abbiamo club in quasi tutte le regioni … nelle “isole” per esempio non siamo ancora presenti ma stiamo lavorando anche su questo.

D : Oramai la CCA ha varcato i confini … parlaci dell’impegno dei “Club di oltre-confine” nella CCA e dell'impegno della CCA con i club esteri …

R : Fiore al’occhiello della CCA è stata sempre l’organizzazione dei “Corsi Catador”, uno degli ultimi è stato organizzato nel Canton Ticino, a Lugano, per volere del “Buena Vista Cigar Club” … una cosa molto bella è stato vedere soci del “Peloponneso Cigar Club Kalamata Messinia” sobbarcarsi viaggi estenuanti per partecipare a manifestazioni dei vari club italiani … sarebbe bello fare altrettanto con loro !

D : Hai nominato i “Corsi Catador” organizzati da CCA, si sono evoluti o ci sono novità in tal senso ?

R : I corsi sono arrivati ad un livello di eccezionalità a dimostrazione di un format efficace ed eccellente. Grazie all’impegno di Giuseppe Dussin e Luigi Ferri stiamo lavorando alla creazione del secondo livello … per fine 2015 inizieremo ad organizzarli probabilmente.

D : All'ormai consacrato incontro di Matelica partecipano anche club o gruppi di fumatori che non aderiscono a CCA, quale è la vision della CCA nei loro confronti ?

R : Innanzi tutto ci tengo a dire che i club, o i gruppi d’appassionati, non aderenti alla Cigar Club Association sono sempre benvenuti nelle manifestazioni dei club aderenti. Non esiste una competizione e nessuna voglia di litigiosità. Dobbiamo comprendere che il mondo del fumo lento è già abbastanza vessato e ghettizzato di suo pensare a “guerre dei poveri” risulterebbe inutile e dannoso per tutti noi appassionati. Questo però non toglie che si possano avere visioni diverse e la voglia di mantenere il proprio DNA. Però credo che CCA o “non CCA” tutti dovremmo essere compatti nel cercare di combattere i tanti luoghi comuni e le vessazioni che quotidianamente subiamo !  

D : Quest'anno, inutile negarlo, a Matelica si è respirata un’aria un pochino particolare … l'evento è stato giustamente dedicato a Massimo De Giovanni, è stata prodotta una giara dedicata e tanto altro … quanto manca "Old Fox" alla CCA ?

R : La risposta è semplice … TANTISSIMO ! Massimo era ed è una persona insostituibile. Dove arrivava riempiva gli spazi vuoti … noi nel nostro piccolo abbiamo cercato di onorarlo come meritava !

D : Tra le “new entry operative” della CCA c'è Silvia, per noi una "Con...sorella" :-), lei si sta occupando egregiamente dei social, e questa mi sembra una bella novità !

R : Silvia Zanovello è stata una splendida scoperta, soprattutto abbiamo compreso le sue grandi potenzialità … l’essere in grado di gestire con la sua grazia e capacità ed assieme a Stjep la neo-nata pagina di FaceBook ha permesso di generare un gruppo attivo e fantastico. La nostra intuizione è stata quella di comprendere che nella CCA ci sono tante capacità che vanno utilizzate per il bene della stessa Associazione … la “legge di Peter” sulla gestione delle risorse umane dice : “si tende a salire fino al proprio massimo livello d’incompetenza” … noi siamo riusciti a fare nostra questa legge !

D : Parliamo un po' del futuro … cosa bolle in pentola CCA ?

R : Tante cose che in qualche maniera ho già anticipato … la “app” per i servizi informatici … il rinnovamento della rivista “Sigari!” con l’ingresso nella redazione di un professionista come Matteo Tornielli ed alcune firme di livello sia a carattere nazionale che internazionale … il secondo livecco del Corso catador … e qualche altra idea sulla quale stiamo lavorando. Il mio desiderio, prima che nel settembre 2016 scada il mandato, è quello di rendere gratuita la rivista per tutti i soci … questo grazie a dei partner commerciali … con un paio di sponsor in più potremmo riuscirci !

D : Ora voglio farti una domanda che non c'entra nulla con la CCA … ti consideriamo un "Confratello" … quanto ti identifichi in noi ed alla nostra goliardia ?

R : La “Confraternita di SigariAvana.it” è una bella realtà, difficile dire quanto io mi ci identifichi … alla fine sono uomo di club e quindi sono proiettato su un diverso tipo d’approccio. La vostra goliardia è proverbiale, qualche anno fa a Matelica avete “spopolato” con la sagoma d’Adolfo … e le tante cose che fate nelle varie manifestazioni sono oramai un appuntamento da non perdere ...

D : Che sigaro stai fumando mentre rispondi alle domande ?

R : Trinidad Fundadores 2001 da Cabinet da 50 …

N.D.R. : il mio preferito !

Cliccando qui potrete leggere l'intervista a Francesco Minetti di marzo 2013

Invece quì trovate l'articolo su "Quella sagoma d'Adolfo"

 

 

Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti. L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser. privacy policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information